Offerte fornitori del mercato libero: come risparmiare soldi



Esaminando le offerte fornitori del mercato libero alternativi ad Enel, che rappresenta ancora oggi il principale distributore sul territorio nazionale, si evidenziano delle specifiche caratteristiche che permettono di delineare la differenza tra i diversi distributori che operano sul territorio italiano. 
Anche se lo scenario offre diverse opzioni di scelta, i clienti sono ancora poco consapevoli delle varie opportunità presenti sul mercato per cui finiscono per rimanere fedeli al vecchio fornitore collegato alla società di distribuzione. Tra i tratti che vanno a definire le tariffe proposte dalle compagnie di energia che operano sul mercato libero ci sono le condizioni economiche che vengono determinate dal prezzo dell'energia a cui si aggiunge l’offerta dei servizi energetici. Tra le altre offerte che vengono suggerite da diversi distributori di energia ci sono alcuni servizi a pagamento che possono venire anche rateizzati nelle bollette oppure compresi nel prezzo dell'offerta di energia, si tratta di prestazioni che riguardano la sottoscrizione di eventuali polizze assicurative relative agli elettrodomestici, alcuni fornitori propongono delle offerte relative all’installazione di caldaie più efficienti in sostituzione delle vecchie, oppure l’impianto di lampade ad illuminazione LED. Tra le tariffe proposte  dalle compagnie distributrici di energia e gas naturali attive nel mercato libero vengono presentate anche delle offerte web alquanto convenienti rispetto alle comuni tariffe in vigore nel mercato tutelato, si tratta di offerte attivabili esclusivamente online, che prevedono l'addebito con domiciliazione bancaria e le bollette spedite via mail in formato PDF.

Nel listino delle offerte fornitori del mercato libero di energia elettrica vengono suggerite anche delle tariffe green si tratta delle cosiddette offerte verdi, che garantiscono la provenienza della corrente da fonti di energia rinnovabili attraverso delle certificazioni specifiche. Va però sottolineato un calo delle attivazioni di offerte con compagnie distributrici che aderiscono al mercato libero, dai dati raccolti da una ricerca di Federconsumatori in riferimento alla situazione delle tariffe dell’energia è emerso che i risparmi ottenibili sul mercato libero rispetto al regime di maggior tutela negli ultimi anni stanno registrando una netta riduzione per cui questi dati scoraggiano i possibili clienti ad abbandonare il loro vecchio distributore per orientarsi verso delle nuove offerte che all’inizio propongono dei prezzi vantaggiosi che vanno allineandosi nel lungo periodo con quelle del mercato di maggiore tutela.

SHARE THIS
Latest
Next Post