Un gioco accessibile ma sicuro: l’ultima sfida del mondo del gambling

Il mondo è cambiato, complice una pandemia che da un anno e mezzo ormai tiene tutti sotto scacco. Le nostre abitudini, il nostro modo di pensare la vita e vivere i rapporti, il commercio, le distanze, i gesti più semplici della quotidianità. Tutto è cambiato, tutto s’è dovuto adattare, rimodellare: anche il modo in cui spendiamo tempo e denaro. Tutto è – soprattutto – online. Non è una sorpresa, infatti, il dato che svela quali attività hanno maggiormente beneficiato delle chiusure.

Come cambia il mondo online

Al primo posto svetta l’e-commerce. Con le chiusure dei negozi fisici, tutti gli acquisti sono stati dirottati verso la filiera online. C’è uno spaccato netto tra il prima e il dopo pandemia che ha radicalmente modificato il modo di pensare ed intendere l’acquisto. Il marketing s’è dovuto adattare, dirottandosi anch’esso verso l’online. In questo senso, il modello è quello della filiera del gambling, che ha dovuto fare di necessità virtù. È ora di vedere come sono cambiate le strategie di marketing nel mondo del gioco. Con le chiusure delle agenzie, dei punti scommesse, dei casinò e delle sale da gioco per oltre 15 mesi, il comparto online ha tenuto in piedi tutto il settore del gioco.

Le nuove strategie di marketing, dunque, saranno inevitabilmente orientate per intero verso un ulteriore sviluppo del settore. L’obiettivo è di potenziare ulteriormente le funzionalità del gioco online, riducendo il gap grafico e di gameplay con il gioco in agenzia. Le due parole d’ordine sono accessibilità e portabilità: infatti, l’obiettivo è sfruttare il 5G e le nuove tecnologie per creare un gioco che sia accessibile ovunque e in qualsiasi momento. Non solo: tutte le strategie di marketing della filiera online sono rivolte al gioco su smartphone, proprio per una questione di portabilità. Per essere però efficace, un marketing orientato tutto al gioco online deve avere una caratteristica imprescindibile: la sostenibilità.

Un gioco sicuro e un marketing sostenibile

L’obiettivo dichiarato di tutta la filiera del gambling è proteggere l’utente dai pericoli, dal rischio che il gioco diventi compulsivo e dai pericoli in generale di internet. Per farlo si utilizzano le ultime tecnologie sull’intelligenza artificiale, che traccia schemi di comportamento compulsivi e potenzialmente pericolosi. È giusto dunque implementare le normative per evitare lo sviluppo di dipendenze, aderendo al protocollo di Gioco Responsabile come stanno già facendo tutti gli operatori. Perché il gioco è bello se è innovativo, ma soprattutto se è sicuro.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *