Assicurazione auto: dove costa di più in Italia

L’acquisto di un’auto, oltre al grande investimento iniziale, sia esso sotto forma di pagamento in contanti o nel caso di finanziamento con rate, comporta anche tutta una serie di ulteriori spese accessorie collegate alle tasse automobilistiche, alla manutenzione, alle riparazioni e, ovviamente alla stipula di un’assicurazione, obbligatoria per legge.

Proprio l’RC Auto è una delle componenti che portano a maggiore preoccupazione per i possessori di auto e di moto che, ogni anno, come sta accadendo negli ultimi tempi, vedono aumentare i prezzi relativi alla polizza, con percentuali di crescita che arrivano a sfiorare anche il +40%.

Dietro a questo trend, ovviamente anche gli alti livelli di inflazione per l’aumento generalizzato dei prezzi dell’energia conseguente prima alla pandemia da Covid19 e poi allo scoppio della guerra in Ucraina e le relative sanzioni alla Russia.

Ad ogni modo, sebbene la crescita delle polizze assicurative per i veicoli sia un elemento che sta caratterizzando tutto il nostro Paese, esistono alcune Regioni che stanno vivendo un’impennata dei prezzi maggiore rispetto alle altre, come rilevato dal report di Facile.it.

RC Auto: Le Regioni con la crescita maggiore

Prendendo in analisi i dati riportati dal portale Facile.it, vediamo che la crescita delle tariffe di RC Auto non sembra arrestarsi. A settembre 2023, infatti, i rincari medi nazionali hanno toccato quota +27,9% su base annua, con i guidatori che pagano circa 614 euro per la polizza, vale a dire circa 130 euro in più rispetto al 2022. Oltre all’inflazione, a comportare questi aumenti anche il numero crescenti di sinistri stradali e l’aumento dei costi per la manutenzione e le riparazioni presso le officine.

Come dicevamo, l’aumento è arrivato a toccare percentuali vicine al 40%, con la classifica dei rincari che vede l’Umbria in testa con un + 37,9%. Seconda posizione per il Lazio, 36%, mentre il terzo gradino del podio è occupato dalla Sardegna, +34,4%. Fuori dalla top3 troviamo il Veneto, con +33,5%, la Liguria, con +32,9% e la Toscana, con +31,8%, quest’ultima in particolare ha fatto registrare un consistente aumento per quanto riguarda le assicurazioni auto e moto a Firenze.

Le Regioni più virtuose in questo senso risultano essere la Calabria, con un aumento del 18,5%, seguita da Campania, +21,4% e Trentino Aldo Adige, +24,9%.

Come riporta sempre l’Osservatorio di Facile.it, le garanzie accessorie più richieste riguardano l’assistenza stradale, 43,6% dei casi, gli infortuni al conducente, 19,2% e la tutela legale, 14,8%. Fuori dal podio dei servizi più richiesti la garanzia in caso di furto o incendio, 10,6%.

Dove costa di più l’RC Auto

Mettendo da parte le percentuali di crescita annua della polizza assicurativa per l’auto, vediamo in termini assoluti qual è la regione in cui l’RC auto risulta essere più cara.

In testa alla classifica troviamo la Campania con una polizza che costa mediamente 1062 euro, seguita dalla Calabria, 673 euro, e dalla Puglia, 665 euro. Queste ultime due, pur essendo molto lontane dai livelli altissimi della Campania, sono comunque superiori alla media nazionale, pari a 614 euro circa per auto.

La Regione dove costa meno assicurare il proprio veicolo è il Friuli Venezia Giulia, con una media di 415 euro annui per la copertura, seguita dal Trentino Alto Adige, 443 euro, e dalla Lombardia, 474 euro.

Fuori dalla top3, il Veneto con 498 euro, l’Abruzzo con 509 euro e la Sardegna, 539 euro.

A livello europeo, l’Italia si piazza comunque in testa per i costi dell’assicurazione dell’auto, con i pagamenti che sono mediamente maggiori del 27% rispetto agli altri Paesi, in particolare rispetto a Francia e Spagna, che hanno prezzi più bassi del 63%.

You may also like...